Qual è l’animale killer per eccellenza in Africa?

Animali

L’animale killer per eccellenza in Africa è l’ippopotamo.

Gli ippopotami uccidono più persone di qualsiasi altro animale in Africa, ad eccezione delle zanzare, che uccidono indirettamente, trasmettendo la malaria. Sono estremamente aggressivi e territoriali. Attaccano qualsiasi cosa si avventuri nel loro tratto di fiume, comprese le imbarcazioni. Quando pascolano sulla terra, se spaventati, corrono verso l’acqua falciando qualunque cosa incontrino, esseri umani inclusi.

Sembrano pensare che l’attacco sia la miglior forma di difesa. In Kenya pochi anni fa, una donna americana che si era avvicinata troppo ad un ippopotamo al pascolo per fotografarlo, finì morsa a metà, letteralmente.

I leoni e altri grandi predatori molto raramente attaccano gli esseri umani: l’unico motivo per cui l’uomo davvero rischia di essere attaccato è se l’animale pensa che si stia minacciando i suoi cuccioli.

È un fatto poco noto che gli erbivori uccidano molte più persone dei carnivori, ma è un dato di fatto. Molte persone pensano che alcuni animali, essendo erbivori, non hanno motivo per attaccarli. Questo è spesso un errore fatale.

Dopo gli ippopotami, gli animali più pericolosi in Africa sono bufali e elefanti, anche questi animali erbivori. Nell’immaginario comune gli ippopotami sono animali buffi, mentre i bufali, visto che assomigliano a grandi bovini, sono animali docili, e gli elefanti sono spesso dipinti come “giganti gentili“. Queste convinzioni possono portare alcune persone a pensare di potersi avvicinare a questi animali. Purtroppo, però, ogni anno vengono uccise molte persone in questo modo. Nessuno si sognerebbe di andare vicino ad un leopardo o ad un leone per cercare di toccarlo, ma paradossalmente le probabilità di essere attaccati sono minori.

Segnala un Errore

Forse ti interessa anche