Quante dita ha un rinoceronte?

Animali

Il rinoceronte ha 3 dita per ogni zampa.

La parola rinoceronte deriva dalla combinazione di due parole greche: Rhino (naso) e Ceros (corno). Ne esistono di 5 specie: il rinoceronte indiano, il rinoceronte bianco, quello nero, il rinoceronte di Giava e quello di Sumatra.

Fanno tutti parte dell’ordine dei perissodattili (arti con dita dispari) cosa che fa conferire alle sue orme un’immagine simile all’asso di fiori.

Qualche notizia interessante sui rinoceronti.

  • Negli ultimi decenni sono stati cacciati senza sosta, fino a portare la specie quasi all’estinzione; dal 1970 la popolazione dei rinoceronti mondiali è diminuita del 90%.
  • Il corno non è fatto di osso, ma di cheratina, lo stesso materiale di cui si compongono le nostre unghie e i capelli, infatti non è attaccato al cranio, ma è come se fosse una massa di capelli che continua a crescere per tutta la vita dell’animale.
  • Un rinoceronte bianco può produrre fino a 50 kg di sterco al giorno.
  • Il loro periodo di gestazione è secondo solo a quello degli elefanti; un piccolo di rinoceronte infatti, impega tra i 15 e i 16 mesi prima di venire alla luce.
  • Il corno è stato usato per secoli nella medicina tradizionale asiatica (anche se non è mai stato dimostrato che sia utile per curare alcunché). La polvere ricavata da esso veniva prescritta come cura per invecchiamento, artrite, magia nera, epilessia, svenimenti, febbre, convulsioni, intossicazioni alimentari, malaria, morbillo, febbre, vaiolo, allucinazioni…
  • Il primo rinoceronte nato in cattività si chiama Andatu, ed è venuto al mondo il 23 giugno 2012 in Indonesia.
  • La giornata mondiale del rinoceronte si celebra il 22 settembre.
Segnala un Errore

Forse ti interessa anche