Quando comparvero le prime lattine per bevande?

Cibo

Le prime lattine di alluminio comparvero nel 1964.

L’alluminio ha totalmente cambiato il mondo delle bevande gassate, soprattutto dal punto di vista della produzione industriale. È in assoluto il contenitore più eco-sostenibile possibile, visto che può essere riciclato all’infinito. Ogni lattina contiene in media il 68% di materiale riciclato.

Il peso è un altro vantaggio essenziale, le lattine sono leggere e facili da impilare, caratteristica che fornisce vantaggi sia dal punto di vista dello stoccaggio che dal punto di vista delle emissioni di carbonio prodotte durante i trasporti.

Ma il dato più importante è il loro altissimo livello di protezione degli alimenti: garantiscono il 100% di protezione contro luce, ossigeno, umidità e altri agenti contaminanti, non arrugginiscono, e sono resistenti alla corrosione.

La storia delle lattine di alluminio per alimenti nasce nel 1959, quando Bill Coors produsse il primo prototipo di contenitore. Curioso notare come, già ai tempi, si pensò immediatamente al riciclaggio. Coors pagava 1 centesimo per ogni lattina restituita.

La prima volta che videro il mercato “pubblico” fu nel 1964 quando entrambe le bevande prodotte dall’azienda, la RC Cola e la Diet Rite, vennero commercializzate nei nuovi contenitori alluminici.


Forse ti interessa anche